" Il mio corpo è fatto della stessa carne del mondo "                                                                           M.M.Ponty

Progetto di arte condivisa,

dedicato alle scuole secondarie di secondo grado del territorio.

Direzione artistica-didattica corporeità: Anna Albertarelli e Nuvola Vandini

Direzione artistica-didattica nuove tecnologie: Roberto Passuti

Consulenza antropologica: Martino Nicoletti

Produzione; Tenuta dello Scompiglio

Il traghettatore ha il compito di accompagnare da una riva all’altra le anime che gli sono affidate, con questo stesso spirito il Collettivo Pac 13-18 intraprende le sue azioni artistiche-pedagogiche. “Ci interessa incontrare un gruppo di adolescenti interessati a prendere parte attiva ad un processo di ricerca, che attraverso l’ arte del corpo, della parola, del suono, delle immagini e con il sostegno della ricerca antropologica, indaghi attorno all’evento della morte nel suo essere passaggio da uno stato ad un altro.

Siamo interessati a conoscere la visione, i sentimenti, l’esperienza dei giovani e insieme trasformarli in una deriva condivisibile e collettiva, come un rituale.”


 

Il progetto prevede il coinvolgimento di massimo 15 adolescenti degli Istituiti Superiori Secondari di Lucca e/o Capannori e propone un percorso di 4 incontri di 3 ore, da svolgersi a scuola tra aprile e maggio e una parte residenziale da svolgersi presso la Tenuta Dello Scompiglio, presumibilmente nel mese di giugno.

 

Il percorso si chiuderà con un Atto di Condivisione Pubblica presso La tenuta dello Scompiglio.

Progetto vincitore del Bando "Della morte e del morire"  per Tenuta dello Scompiglio, il percorso di ricerca artistica educativa, si avvirà ad Aprile 2019 all' interno del cartellone di La tenuta dello Scompiglio.

CARONTE

Disegno di: MISSTENDO GIALLO                                                                   Fotografia di: ROBERTO RUAGER