" Il mio corpo è fatto della stessa carne del mondo "                                                                           M.M.Ponty

Su commissione dell' Istituzione Bologna Musei,

in collaborazione con lo storico dell' arte Paolo Cova.

 

Coordinamento progetto: Miriam Costa in collaborazione con Nuvola Vandini

Coordinamento Audio-Visuale: Oscar Serio

Regia: collettiva; collaboratore esterno Marco Galignano

Performer: Miriam Costa, Nuvola Vandini, Maria Raveggi, Ilaria Orlandini, Chiara Zompa, Letizia Torelli, 

Margherita Gasperini, Camilla Casadei Maldini, Laura Londrillo, Fabio Cucinotta, Francesca Campagna.

RASSEGNA STAMPA

http://vocidallasoffitta.blogspot.it/2013/05/progetto-incomune-quadro-iii-lunga-vita.html

 

PAGINA FACEBOOK: 

https://www.facebook.com/Progetto-Incomune-171907036285672/?fref=ts

SU RICHIESTA IL PROGETTO PUO' ESSERE RIPETUTO IN DIVERSI CONTESTI DI BENI PUBBLICI

PER INFO: architetturedicorpi@gmail.com

Nell' intento di far rivivere i Musei, come spazi cittadini, bene comune di cui prendersi cura, I Musei Civici di Bologna hanno invitato un collettivo di danzatori indipendenti a realizzare tre quadri site- specific all' interno di: Museo Medioevale, Collezioni Comunali, Davia Bargellini. Da settembre a maggio i danzatori hanno abitato i musei, in presenza di pubblico e in momenti di chiusura, a stretto contatto con le opere, le architetture e non ultime le dinamiche di gestione e fruizione. Instaurare una relazione di confidenza e rispetto tra danzatori e museo, era necessario al fine di creare un evento performativo che raccontasse delle opere lette e dei lettori. Un dialogo silenzioso, incompiuto, violento, tra presente e passato; non era rilevante l' atto di portare tra le mura museali un prodotto confezionato in un altro luogo. I tre quadri site specific e itineranti hanno visto la collaborazione di diversi musicisti e di un gruppo di bambini durante l' ultimo evento al Davia Bargellini.

Il grande afflusso di pubblico ha concretizzato l' intento di aprire gli spazi a nuove dinamiche di fruizione.

1/40