MANTEIA
LINGUA DA UN MONDO ASTRATTO
Prontuario di storie, canti e proverbi del pre-antropocene.

Contestualmente alla necessità interdisciplinare, la produzione performativa MUNUS si complementa con la produzione editoriale di MANTEIA. Lingua da un mondo astratto. Il libro e lo spettacolo, nati attorno alla stessa ricerca tematica e realizzati attraverso gli stessi strumenti seppur in campi artistici distinti, si muovono insieme, offrendo traduzioni diverse dello stessa domanda: come vivere insieme, tra immunità e comunità?

Untitled design_edited.png
Untitled design (1).png

Edizione bilingue: Italiano-Francese

A cura di: ScieFestival, Association culturelle Sonagnon.

Scelta Testi: Eric Acakpo, Francesca Pedullà, Nuvola Vandini

Editor testi: Paola Mordiglia

Illustrazioni: Sara Bernardi, Marta Viviani, Arianna Bellucci, Cecilia Ferri, Ilaria Guarducci, Isabella Bignardi, Fungo Francesco Borghi, Lisa Gelli, Alessandra Camporetto. 

Grafica: Benedetta Stefani

Registrazione audio: Tambour du Benin - Eric Acakpo

Supporto al cordinamento: Costanza Rosa

Traduzioni: Natasha Noack

Una raccolta d'arte e tradizione sotto il segno del dialogo tra diverse culture. Una raccolta di alcune delle più significati storie appartenenti al FA: geomanzia o tecnica divinatoria, la parola deriva dal greco geōmanteía geō “terra” e manteía “divinazione”.

Untitled design (1).png

Il Fa, è un archivio culturale di influenze indoeuropee, mediorientali e africane, è un compendio di favole, leggende, canzoni, metafore e riferimenti simbolici, nonché un metodo di divinazione, legato alla religione Vodun e praticato soprattutto dalle etnie Fon e Youruba. Il Fa è una chiave per comprendere i costumi e le visioni del mondo di molte culture africane moderne, collega il racconto, il canto e le sofisticate istruzioni morali a una struttura matematica che stimola la memoria e provoca la riflessione e la scoperta di sé.

Untitled design (1).png

Ogni storia di MANTEIA è illustrata da un artista diverso, tessendo così un disegno a più mani, rappresentativo dello sguardo collettivo che la stessa tradizione del FA propone. Sara Bernardi, Marta Viviani oltre ad aver realizzato le primissime illustrazioni, si sono occupate della curatela del Team di Illustratrici.

Il libro include anche alcune canzoni in lingua FON, appartenenti al FA. Incise da Les tambours du Benin, diretto da Eric Acakpo, i contributi audio saranno scaricabili attraverso un QR Code all'interno del libro.

Il libro è pensato e studiato per un'infanzia da 8 a 90 anni, per tale ragione le storie sono presentate in maniera scarna e neutra, per permettere al lettore giovane e non di immaginare e far fiorire un suo pensiero, una sua osservazione riflessiva.